Cani in casa: fai attenzione alla legge o la multa sarà salata

Hai un peloso in casa o pensi di adottarne uno? Attenzione alla legge in merito: cani e condominio possono non andare d’accordo.

Decidere di adottare un cane è una scelta per la vita. Farete entrare nella vostra esistenza un membro della famiglia a tutti gli effetti, in grado di dare amore senza chiedere niente in cambio. È certamente un impegno non indifferente, ma tutto l’affetto e la fedeltà che vi saprà dare, vi ripagherà di qualsiasi sacrificio. Ma c’è una cosa che dovreste calcolare se state pensando di adottarne uno o se vi state trasferendo in una nuova casa con il vostro amico a quattro zampe: i cani e i condomini non vanno sempre d’accordo.

cani e regolamento di condominio
Se vuoi adottare un cane, rispetta le leggi – Tuttogratis.it

Ci sono diversi ostacoli alla pacifica convivenza tra voi e il vostro cagnolino e il resto degli inquilini del condominio in cui abitate o in cui andrete ad abitare. Tante regole e leggi che potreste violare senza nemmeno accorgervene e multe che vi ritrovate a dover pagare molto più salate di quanto possiate immaginare. Ecco perché informarsi è fondamentale, per evitare brutte sorprese e stress inutili per voi e per il vostro cane.

Hai dei cani o pensi di adottarne? Attenzione al condominio e alle leggi: la multa è dietro l’angolo

Abitare in un condominio significa inevitabilmente doversi scontrare con le esigenze di tutti, per trovare un equilibrio comune al fine di una convivenza il più possibile pacifica. L’esperienza e la cronaca ci insegnano che non è sempre possibile, ma è quanto meno importante che ognuno dei condomini si impegni al suo meglio perché si evitino inutili dispute o addirittura multe e cause. Avere cani in casa è uno dei motivi più frequenti di litigi tra vicini.

cani e regolamento di condominio
Cosa rischi se non rispetti le leggi in merito ai cani in condominio – Tuttogratis.it

Un cane che abbaia in continuazione, magari anche sul balcone, può essere un grande disturbo per i vicini che abitano accanto, sopra o sotto l’appartamento incriminato. E la prima cosa da fare – se ad avere il cane chiacchierone sei tu – è controllare il regolamento di condominio. Ogni condominio ha le proprie regole, alcune dettate dalla legge e dal codice civile e penale e alcune proprie di quel nucleo e decise tra tutti i presenti.

Sul regolamento di condominio ci sono scritte tutte le regole riguardo la presenza di cani e gli eventuali disturbi che potrebbe creare. Importante è anche la raccolta delle deiezioni: se è davanti al portone di casa, rientra comunque nelle leggi del comune. Ogni città, infatti, ha sanzioni diverse per la violazioni della legge: a Milano, ad esempio, la multa ammonta a 150 euro circa, a Roma 50 euro e a Torino può arrivare fino a 200 euro.

Impostazioni privacy