Agenzia immobiliare: non farti fregare, in questo caso puoi non pagarla

Rivolgersi a un’agenzia immobiliare è spesso costoso ma praticamente imprescindibile se si vuole vendere o comprare una casa.

Sia per gli affitti che per le compravendite sono necessarie molte competenze e visto che si tratta di transazioni e accordi importanti è sempre sconsigliabile fare da sé. È anche vero però che i professionisti devono svolgere il loro lavoro in maniera trasparente, altrimenti il cliente può far valere i suoi diritti ed evitare addirittura di pagare il compenso.

quando non si deve pagare l'agenzia immobiliare
La Legge sancisce i diritti dei clienti dell’agenzia immobiliare – Tuttogratis.com

Chi deve comprare una casa o venderla però non può mai abbassare la guardia, perché purtroppo esistono anche agenzie immobiliari che non si comportano in modo corretto. Solamente conoscendo i propri diritti ci si può difendere.

Ecco quand’è che puoi non pagare l’agenzia immobiliare

In alcuni casi l’acquirente, ovvero un cliente interessato a comprare un immobile, può recedere dal contratto senza penali. Lo dice la Legge e lo ha confermato di recente una Sentenza del Tribunale.

diritti e doveri di un agente immobiliare
I mediatori immobiliari sono tenuti a lavorare in maniera trasparente – Tuttogratis.com

In realtà il concetto è molto semplice: il professionista che lavora nel comparto immobiliare è tenuto a svolgere con correttezza il proprio lavoro. Che consiste, ad esempio, nel verificare che le informazioni fornite da un venditore siano giuste. Si tratta di un lavoro che viene svolto per conto del cliente, che ovviamente paga il servizio. Gli agenti hanno i loro contatti, avvocati, Enti e collaboratori, ed è così che possono svolgere il loro lavoro.

Mettiamo il caso che un acquirente abbia intenzione di comprare una casa, proposta dall’agente che sicuramente sa come vendere, perché appunto è il suo lavoro. Poi però prima di recarsi dal Notaio scopre che sulla casa in oggetto gravano delle irregolarità, ad esempio al catasto, o abusi edilizi o altre particolarità che non gli erano state riferite dall’agente immobiliare.

In questo caso il cliente può non solo non rispettare gli accordi di acquisto ma anche non pagare l’agenzia. Purtroppo non è infrequente che nonostante l’accaduto l’agenzia chieda comunque il suo compenso, e magari da entrambi i clienti (compratore e venditore). Ma per Legge non può farlo e dunque in caso di dibattimento legale sarà l’agenzia immobiliare che non potrà negare i fatti e dunque pretendere il compenso.

Indipendentemente dal caso esempio di cui sopra, la correttezza del mediatore, cioè dell’agente immobiliare, è fattore imprescindibile, e se dà informazioni poco chiare sta commettendo un illecito. Seguendo questo principio, il cliente sa che può far valere i suoi diritti in qualunque momento, se ritiene di non aver ricevuto un servizio efficiente e trasparente.

Impostazioni privacy